store   l   fotogallery   l   albinoleffe news   l   web tv   l   facebook   l   twitter   l   newsletter   l   scrivici         
 


AlbinoLeffe al TAS di Losanna: il comunicato ufficiale bluceleste
Martedì 21 Giugno 2016 15:36
Share |
Oggi a Losanna si è tenuta l'udienza al TAS riguardante la "frode patrimoniale" che l'U.C. AlbinoLeffe ha subìto in relazione al calciatore Claudio Zappa, oggi tesserato con la Juventus F.C.. 

La società bluceleste è stata difesa dal team di avvocati "storici" dell'U.C. AlbinoLeffe Avv. Eduardo Chiacchio e Avv. Luca Tettamanti, a cui si è aggiunto per l'occasione anche l'Avv. Federico Venturi Ferriolo.

altLe cronache sportive evidenziarono nel 2013 l'abbandono del settore giovanile da parte dell'allora minorenne Claudio Zappa, giovane promessa del settore giovanile bluceleste e delle rappresentative azzurre, che improvvisamente riferì di aver perduto la "passione" per il gioco del calcio e abbandonò l'attività sportiva.

Dopo poche settimane comparvero sui social immagini che lo ritraevano con la divisa dell'emerita Beira Mar, "importante" societ√† portoghese che oggi non esiste pi√Ļ.¬†

Come verificato in seguito, il ragazzo fu ivi accompagnato dall'agente Giorgio Parretti, eludendo la norma legata alla difesa dei patrimoni delle società che impedisce il trasferimento di calciatori giovani di serie in Italia senza accordo tra le società.

Il giorno seguente al suo tesseramento definitivo per Beira Mar, con cui il minore aveva totalizzato ben 0 presenze, la società portoghese lo ritrasferì al Sassuolo che aveva dato mandato all'agente Giorgio Parretti di gestire l'operazione riconoscendo a quest'ultimo perfino un compenso.

A seguito della nostra denuncia alla Procura Federale, il ragazzo venne deferito e squalificato per comportamento scorretto dopo la cessione dal Sassuolo alla Juventus prima in prestito e poi a titolo definitivo per la considerevole somma di euro 1.5 milioni, chiudendo un cerchio che ha visto tanti protagonisti comportarsi in maniera scorretta nei confronti di una società che sacrifica tante risorse per la valorizzazione dei propri giovani.

Quello che abbiamo cercato di tutelare oggi è un diritto delle piccole società che, come la nostra, hanno dedicato la propria missione alla formazione e alla crescita di giovani calciatori dai Pulcini alla Prima Squadra, investendo risorse e tempo in strutture sportive, formazione, istruttori e staff completamente a loro dedicati. 

Siamo ancor pi√Ļ fieri della nostra missione. Abbiamo lottato, lottiamo e lotteremo sempre per difendere i nostri colori e i nostri valori.¬†Sereni e convinti delle nostre ragioni, attendiamo con fiducia la decisione del TAS.
 
 
 
Linea diretta
 
 
 

 
   
 

2009-2018©Unione Calcio AlbinoLeffe S.r.l. P. IVA 02403060169 Codice Fiscale: 02403060169 Capitale Sociale Euro 2.907.679,00 interamente versato
CCIAA: BG 02403060169 REA: BG 287038 Credits www.dpsonline.it