store   l   fotogallery   l   albinoleffe news   l   web tv   l   facebook   l   twitter   l   newsletter   l   scrivici         
 
AlbinoLeffe News   A tu per tu con ... Simon Laner

A tu per tu con ... Simon Laner
Mercoledì 01 Ottobre 2008 14:29
Share |
Simon Laner è uno dei volti nuovi e allo stesso tempo una delle rivelazioni di questa prima parte di stagione dell'AlbinoLeffe. Nato a Merano ventiquattro anni fa, ha debuttato in B con il Verona e dopo una lunga militanza in C (Carrarese, Castelnuovo Garfagnana e Pro Sesto) è tornato tra i cadetti con la maglia seriana.  

Laner, un italo - tedesco all’AlbinoLeffe…

Con papĂ  Georg parlo un dialetto tedesco mentre con mamma Giovanna parlo in italiano.  A Merano c’è il bilinguismo e ci sono scuole in cui si insegna puramente in lingua tedesca e altre in cui si insegna in lingua italiana. Io ho frequentato le prime ai tempi di elementari e medie, le seconde quando sono passato alle superiori.

E in quel periodo ti sei trasferito a Verona. Che ricordi hai?

Avevo 15 anni e tre anni più tardi, stagione 2002-2003, Alberto Malesani mi ha fatto debuttare in prima squadra in serie B. Inoltre al termine di quella annata ho vinto i campionati Europei Under 19 in Liechtenstein e tra i miei compagni di squadra c’erano anche Gabriele Perico e Mauro Belotti.

Due ragazzi che hai ritrovato qui all’AlbinoLeffe…

Dopo qualche anno in C ho avuto una nuova occasione per misurarmi con la B. Sono arrivato con il pensiero di migliorarmi e di ritagliarmi un po' di spazio, ma non mi sarei mai immaginato di giocare titolare. Mi ha agevolato qualche infortunio però penso di aver disputato un buon pre-campionato e di aver convinto il mister adattandomi ad un ruolo non propriamente mio.

La versatilità si è rivelata un’arma fondamentale…

In passato ho sempre agito in posizione di interno destro nel centrocampo a tre, ma adesso schierato sull’ala che sia destra o sinistra cerco sempre di dare il meglio. Per ora., fortunatamente, i risultati stanno arrivando anche grazie alla fiducia di tutto l’ambiente. Certo, non mi sarei mai immaginato di realizzare il primo gol al debutto a Modena: è stata una gioia incredibile.  

Hai parlato di ambiente. Chi sono i compagni con cui hai legato maggiormente e chi ti ha impressionato sul campo?

Sicuramente Ruopolo, Renzetti e Narciso. Conoscevo Carobbio, anche se da lontano non avendolo mai incontrato. Pippo è un giocatore che mi ha impressionato, detta i tempi ed è fondamentale per la nostra manovra.   


 
 
 
Linea diretta
 
 
 

 
   
 

2009-2019©Unione Calcio AlbinoLeffe S.r.l. P. IVA 02403060169 Codice Fiscale: 02403060169 Capitale Sociale Euro 2.907.679,00 interamente versato
CCIAA: BG 02403060169 REA: BG 287038 Credits www.dpsonline.it